Informativa sull'uso dei cookie

L’ONORE, ONORARE

LA CULTURA DI FILOSOFIA SCIENTIFICA E SPIRITUALE DELLA VITA.
OPERA LETTERARIA: “L’ INCANTEVOLE CAMMINO DELLA VITA”..
SAGGIO N° 78 e 79
L’ONORE, ONORARE
L’onore equivale alla dignità personale, attraverso la considerazione della società in cui vive infondendo nell’ambiente una stima particolare, tale da rendergli un privilegio assoluto al cospetto di tutta la comunità.

L’onore ha sempre rivestito una considerevole ed accesa importanza nell’ambito militare, particolarmente durante le fasi critiche dei periodi di guerra, in cui ogni militare pur di salvare l’onore personale, preferiva la fucilazione.

L’onore è un dato di fatto soggettivo, con un valore sostanziale unico, di l’assicurazione, trasmesso agli altri attraverso le espressioni “parola d’onore”, oppure “sul mio onore” e sono proprio queste affermazioni qualificative, per indicare una promessa conservativa.

L’essere umano proprio con le sue promesse, determina il giusto lato di partecipazione alla vita per la propria integrità e onestà, non per puntiglio o d’esaltazione, ma per esibire un puro atteggiamento morale e di raffinato “amor proprio”.

L’amore degli esseri umani, spesso è calpestato ingiustamente, con calunnie, invettive ingiuriose, crimini efferati, senza alcun senso e rispetto dei propri simili, perché qualcuno non riesce a fare di meglio nella vita, fino a diventare un delinquente.

L’onore dal punto di vista soggettivo, è una qualità straordinaria, arricchita dal riconoscimento di lode per il suo valore meritevole, perché è un tributo ricco di stima verso il soggetto meritevole di riverenza ed ammirazione.

Il risultato dell’onore è il privilegio di una giusta compensazione e gratificazione nell’esprimere il godimento della fiducia, che si evidenzia con la cortesia del piacere all’atto dell’esibizione, con una importante cerimonia; una virtù per questa magnifica prova.

Il riconoscimento attraverso l’onore è “l’onorificenza”, che rappresenta un atto ad altissima considerazione, che approda nel doveroso omaggio d’ossequi e rispetto, dal nobile titolo di “Onorevole”, attribuito ai membri del parlamento e al Capo dello Stato.

L’affermazione “onora il padre e la madre” è la giusta interpretazione di rispetto verso i genitori, a riconoscenza dei loro sacrifici fatti, nella difficile interpretazione della famiglia, così pure non bisogna mai disonorare o insidiare l’amore di una giovane donna.

ONORARE

Quest’atto rappresentativo è racchiuso in una prevalente qualità umana di cura e culto; una pia riconoscenza distribuita ed esibita dall’essere umano in possesso dei requisiti integri e delle qualità morali sostanzialmente cristalline.

L’onore fa parte dei doveri coscienziosi delle persone, che di frequente si adoperano rappresentativamente nella vita sociale, con un atteggiamento e linguaggio ricco di cortesia; un rituale cerimonioso illimitato, improntato ed arricchito di garbo.

Il voler onorare con una visita una lunga amicizia è un segno di fratellanza, che contribuisce questo indispensabile vincolo di voler approfondire e mantenere sempre di più un livello di dignità e di prestigio, attraverso l’amore e la riconoscenza.

Onorare è un indicativo di rispetto a conferimento essenziale di un onorevole prestigio, che s’identifica attraverso una visione di prestigio sociale e morale, come antitesi dell’amore, per cui onorare il prossimo è una sublime estensione.

L’onore equivale alla dignità personale, attraverso la considerazione della società in cui vive infondendo nell’ambiente una stima particolare, tale da rendergli un privilegio assoluto al cospetto di tutta la comunità.

L’onore ha sempre rivestito una considerevole ed accesa importanza nell’ambito militare, particolarmente durante le fasi critiche dei periodi di guerra, in cui ogni militare pur di salvare l’onore personale, preferiva la fucilazione.

L’onore è un dato di fatto soggettivo, con un valore sostanziale unico, di l’assicurazione, trasmesso agli altri attraverso le espressioni “parola d’onore”, oppure “sul mio onore” e sono proprio queste affermazioni qualificative, per indicare una promessa conservativa.

L’essere umano proprio con le sue promesse, determina il giusto lato di partecipazione alla vita Per la propria integrità e onestà, non per puntiglio o d’esaltazione, ma per esibire un puro atteggiamento morale e di raffinato “amor proprio”.

L’amore degli esseri umani, spesso è calpestato ingiustamente, con calunnie, invettive ingiuriose, crimini efferati, senza alcun senso e rispetto dei propri simili, perché qualcuno non riesce a fare di meglio nella vita, fino a diventare un delinquente.

L’onore dal punto di vista soggettivo, è una qualità straordinaria, arricchita dal riconoscimento di lode per il suo valore meritevole, perché è un tributo ricco di stima verso il soggetto meritevole di riverenza ed ammirazione.

Il risultato dell’onore è il privilegio di una giusta compensazione e gratificazione nell’esprimere il godimento della fiducia, che si evidenzia con la cortesia del piacere all’atto dell’esibizione, con una importante cerimonia; una virtù per questa magnifica prova.

Il riconoscimento attraverso l’onore è “l’onorificenza”, che rappresenta un atto ad altissima considerazione, che approda nel doveroso omaggio d’ossequi e rispetto, dal nobile titolo di “Onorevole”, attribuito ai membri del parlamento e al Capo dello Stato.

L’affermazione “onora il padre e la madre” è la giusta interpretazione di rispetto verso i genitori, a riconoscenza dei loro sacrifici fatti, nella difficile interpretazione della famiglia, così pure non bisogna mai disonorare o insidiare l’amore di una giovane donna.

ONORARE
Onorare è un indicativo di rispetto a conferimento essenziale di un onorevole prestigio, che s’identifica attraverso una visione di prestigio sociale e morale, come antitesi dell’amore, per cui onorare il prossimo è una sublime estensione.

Quest’atto rappresentativo è racchiuso in una prevalente qualità umana di cura e culto; una pia riconoscenza distribuita ed esibita dall’essere umano in possesso dei requisiti integri e delle qualità morali sostanzialmente cristalline.

L’onore fa parte dei doveri coscienziosi delle persone, che di frequente si adoperano rappresentativamente nella vita sociale, con un atteggiamento e linguaggio ricco di cortesia; un rituale cerimonioso illimitato, improntato ed arricchito di garbo.

Il voler onorare con una visita una lunga amicizia è un segno di fratellanza, che contribuisce questo indispensabile vincolo di voler approfondire e mantenere sempre di più un livello di dignità e di prestigio, attraverso l’amore e la riconoscenza.

Autore: dott. Carmine Correale.
Poeta, scrittore, saggista, artista, filosofo e interprete d’arte e dei dipinti.
———————————————-
Continuate a leggere e a scoprire i meravigliosi saggi giornalieri di cultura della vita. Grazie.

foto di Carmine Correale.
foto di Carmine Correale.
foto di Carmine Correale.
foto di Carmine Correale.
foto di Carmine Correale.
Commenti
Carmine Correale

Scrivi un commento…

Speak Your Mind

*

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?